Ogni mattina, a Piacenza, un  buonista si sveglia e sa che dovrà correre per crederci più degli sfascisti, o morirà la sua voglia di impegno civile. Ogni mattina, a Piacenza, qualche sfascista si sveglia e sa che dovrà correre e cercare qualcuno a cui dare la colpa, o morirà il suo consenso. Ogni mattina a Piacenza non importa che tu sia un buonista o uno sfascista, l’importante è che cominci a correre.‬ 


Sei su inventaltritempi (il nome è un omaggio a Stefano Benni), uno spazio in cui si scrive di impegno civile e di Piacenza, la mia città. Un blog che odia gli indifferenti, che prova a stare nelle complessità per renderle semplici, ma non banali. Ogni contributo è il benvenuto: questa mia casa, è la tua casa. Basta che ti pulisci le scarpe prima di entrare.

Buon incontro

VAI AL BLOG
APRI PDF
APRI PDF
Senso civico prima di tutto
20/09/2020

Torniamo sempre lì, alle gocce nel mare: prese singolarmente, servono a niente. Ma ognuna, insieme alle altre, fa il mare. E noi? Abbiamo ancora speranza di essere goccia o siamo già evaporati? (leggi post 2016)

Ruolo illegittimo?
17/09/2020
5

Secondo Forza Italia (il suo stesso partito!) l'assessore di Piacenza, Jonathan Papamarenghi starebbe "esercitando un ruolo illegittimo, alla luce delle sue vicende giudiziarie ed erariali". La bomba è di quelle destinate a far rumore. Senza voler entrare nel merito della faida interna, sarà bene che arrivi presto una smentita ufficiale del Sindaco, in punta di diritto: solo ed esclusivamente nell'interesse della città. Dover scoprire che gli atti deliberati fin qui dalla giunta sono nulli per incompatibilità di un membro sarebbe un mix mortifero tra dabbenaggine e danno amministrativo. (leggi la nostra richiesta al Sindaco)

C’ha ragione Pierluigi
16/09/2020

Sono d'accordo con Bersani quando dice: "Dobbiamo fare un passo in avanti, come sinistra siamo sotto il potenziale. (...). Serve una chiamata larga, il Pd deve fare il fratello maggiore. In queste cose serve umiltà". Aggiungo io: dialogo tra pari, con uguale dignità e senza esclusioni preventive. O superiamo i pregiudizi, o stendiamo i tappeti rossi alla destra.

Poche idee ma confuse
16/09/2020

Il Comune di Piacenza, in un eccesso di garantismo, rifiuta di scrivere accanto al nome di Giuseppe Caruso (sulla targa che celebra i Presidenti del Consiglio) che è stato rimosso dall'incarico. Nel mentre, però, al processo Grimilde, che ha portato il nostro al 41 bis, non tarda a chiedere 3 milioni di euro di risarcimento per danno d'immagine. Un po' schizofrenico ma questo passa il convento... (guarda il video)

Questione di stile
08/09/2020

Ricevere dalla Regione soldi destinati al sostegno allo sport locale e uscire al volo con un comunicato in cui ci si prende il merito dello stanziamento dei fondi. Il destra-centro che guida Piacenza ha fatto anche questo. A volte un po' di stile per dare a Cesare quel che è di Cesare non guasterebbe ma aspettarselo da questi signori, gli ultimi tre anni insegnano, è da folli... (leggi il post)

Memoria e rispetto
03/09/2020

Lancio un appello in nome del rispetto per la memoria di donne e uomini che hanno dato la vita per l'Italia e Piacenza. La prossima settimana a Barriera Genova si ricorderanno i nostri caduti. Chiediamo all'amministrazione di riportare all'onor del mondo gli spazi verdi che circondano cippi, lapidi e monumenti vari. Per favore, ripristinate il giusto decoro per tempo. Varrà più di molte parole lette per l'occasione... (leggi il post)

C’è chi dice NO
30/08/2020

Purtroppo siamo quelli che l’ascensore sociale lo prendono scondinzolando dietro qualche capo, a sua volta signorsí di un capo più capo…così via. Con meno parlamentari e questa legge elettorale, la % di signorsì aumenterà e i territori saranno ancora più lontani dal centro. Mi spiace per le indicazioni date dal mio partito, ma al Referendum del 21 settembre il mio voto sarà NO (leggi il post).

Cercasi buonsenso
13/08/2020

Ma si può dare la multa a una mamma che mangia un gelato con suo figlio seduta sui gradini di una chiesa? Da noi succede anche questo! Da amministratori ad amministratori, ci appelliamo alla Giunta perché ritiri in autotutela l'ordinanza anti-bivacco, annullando le contravvenzioni finora elevate. Le interviste sui quotidiani, le proteste sui social e tra la gente dovrebbero persuadere che stando così le cose si fa passare l'idea di un Comune lontano dai suoi cittadini, più intento a far cassa che a persuadere sulle precauzioni anti Covid da tenere a protezione della salute. Affermare che non è "ammessa ignoranza", senza considerare che chi arriva da fuori città potrebbe invece benissimo non essere al corrente della misura fa a pugni col buonsenso. Si faccia un passo indietro, si studi con più calma l'ordinanza, se proprio si ritiene necessaria e, soprattutto, si attrezzino le aree interessate di apposite segnalazioni, ben visibili, a scopo deterrente. Solo così, a prescindere dal giudizio sull'iniziativa, il cittadino potrà sentirsi parte di qualcosa pensato a sua tutela e non vittima di vessazioni istituzionalizzate. (leggi il post)

Verde nausea
12/08/2020
5

Piacenza ancora sugli scudi. Ora è ufficiale. La deputata Elena Murelli della Lega è tra i furbetti del bonus INPS.
Ha accusato il Governo di importare il Covid coi migranti per tenersi le poltrone. A lei non bastava la poltrona: mancavano giusto 600€. Vergogna. A casa. (vai al link)

Ma culpa
27/07/2020
5

CARABINIERI ARRESTATI: mele marce quelli della caserma Levante? Non mi lego alla schiera di chi ignora la luna per il dito. Basta auto assoluzioni, utili solo a lavare la coscienza e fare il solletico a metastasi della società che vanno aggredite dalle viscere. Guardiamoci allo specchio senza troppa indulgenza, perché il sistema da riformare siamo tutti noi, maestri nell'arte dell'arrangiarsi, col nostro congenito rigetto alle regole; noi, che nel dna portiamo secoli di sudditanza a poteri verso cui più spesso ci siamo adattati furbescamente (approfittandone) che opposti. Proprio noi, per cui "saper saltare la fila" resta un pregio, noi che abbiamo immolato il concetto di merito sull'altare dell'interesse di parte, preferendo la conoscenza di qualcuno (l'amico dell'amico), a quella di qualcosa (la cultura, le competenze); talmente assuefatti all'idea che il fine, in fondo, giustifica i mezzi, da non renderci più conto di essere quelli che, giorno dopo giorno, anno dopo anno, apparecchiano la tavola allo stesso schifo che poi ci scandalizza. Prendere lesti le distanze quando la cronaca ci butta in faccia casi come quello dei carabinieri della caserma Levante, o del Presidente del Consiglio comunale al 41 bis é una scorciatoia ipocrita. Non c'é campo del vivere collettivo oggi al riparo da questi vizi. Cosi penso, e dico con toni volutamente ruvidi, in un esercizio di sincerità che sa un po' di espiazione: abbiamo colpe individuali, magari piccole, che messe insieme e cristallizzate nel tempo alimentano questo sgangherato sistema, accozzaglia di consociativismo e autoreferenzialità diffuse, teso a difendersi e perpetuarsi.

Verde urbano
17/07/2020

Presentata mozione per esproriare il lotto ex Camuzzi e trasformarlo in area verde. Non ci siamo riusciti noi per mancanza di soldi, problema che ora non sussiste per questa amministrazione. Qui sta una richiesta di impegno concreto contro nuovo cemento. Sarà accolta?

Basta aria fritta
15/05/2020
5

La scelta, in tema ambientale, é se ragionare su palliativi o capire che a Piacenza non é possibile risolvere sul serio la questione senza affrontare il tema della c.d. BRETELLA della A21. A poche centinaia di metri dal centro storico da noi, caso unico in Italia, passa un'autostrada su cui transitano ogni giorno migliaia di veicoli (molti di questi, pesanti). La vera fonte di inquinamento sta qui. Nessun vantaggio per l'economia locale (i pedaggi vanno al concessionario); polveri sottili in ogni dove e problemi di salute - diretti e indiretti, per tutti noi, con i costi sociali e sanitari che ne conseguono. Guardare altrove é aria fritta.

Priorità
29/11/2018

Imperativo, irrimandabile, radicale. NESSUNO con l'ambizione di guidare Piacenza potrà mettere al secondo posto la questione ambiente

sezioni

unico, come chiunque altro

Chi sarà poi mai questo Cugio...

pane quotidiano

Appunti sparsi sull'attualità

casta e dintorni

La politica che non ci piace

domani è un altro giorno

Prospettive di un futuro migliore

amarcord

Quando ho amministrato la mia città

pistolotti

Amo scrivere e a volte mi pubblicano