Il dialetto nel cuore ma confermo l’arabo e penso al cinese. Come un fulmine a ciel sereno è scoppiato in questi giorni l’affaire “corso di arabo”. Il Consigliere Tassi ha urlato quanto sia grave che il Comune ne patrocini uno; la Lega, per voce del Segretario Pisani, ha rincarato lacontinua a leggere