Con il comunicato contro la Fondazione Teatri, il gruppo dei Liberali dimostra che quando ti fai prendere la mano dal senso di appartenenza, poi sconfini nel turbo campanilismo reazionario.continua a leggere

Botte da orbi in Consiglio comunale, tutte tra rappresentanti della maggioranza. Questi litigano, si insultano, minacciano di querelarsi a vicenda. Intanto la città è bloccata.continua a leggere

Il centrosinistra non ha aumentato le tasse e questo crea serie difficoltà alla destra di governo, che, non sapendo come metterci la faccia, al solito, rimanda. continua a leggere

Il Comune rinuncia a riscattare un immobile confiscato alla Mafia. Poi si accorge della stupidaggine, tenta di recuperare ma sbaglia i tempi e arriva lungo. Alla fine, prova a smentire per evitare la figuraccia. Poveri noi!continua a leggere

Prima è l’amministrazione delle piccole cose concrete, poi spara la suggestione della (inutile) metropolitana leggera. Intanto che Sindaco e giunta si crogiolano nella confusione, noi proponiamo una commissione speciale gratuita per ztl larga, centro pedonalizzato, trasporto gratuito.continua a leggere

Ho portato ai Teatini la voce del volontariato all’interno del dibattito sui 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale. Sarà un bel momento, in cui sentirò scorrere tutto l’orgoglio di rappresentare la più alta forma di politica: l’impegno gratuito a favore di chi soffre.continua a leggere

#primalasalute è lo slogan che dovrebbe mettere tutti d’accordo. Piacenza in termini di logistica ha già dato. Basta cementificazioni, basta infierire su territori già martoriati. Si porti in Consiglio il dibattito, anche se in questo caso è competenza della sola Giunta. Gli interessi particolari è ora che cedano il passo alla qualità della vita dei residenti!continua a leggere

Il disegno di legge mira a regolare le lancette della storia e del diritto di famiglia indietro di un secolo. Si tratta di una proposta retriva, patriarcale e svilente per il ruolo della parte debole nelle separazioni, oltreché penalizzante per i figli, intesi come pacchi postali al centro della scena. L’unica casacca che conta, in certe cause, è quella della piazza. Serve mobilitarsi.continua a leggere