Se davvero Piacenza è nel più profondo girone dell’Inferno, secondo il principio che “se la squadra non gira, si cambia l’allenatore”, allora il soggetto in questione è il Sindaco.continua a leggere

Mascherine chirurgiche distribuite in farmacia invece che porta a porta. E così l’invito a stare a casa rischia di cadere nel vuoto. Da parte del Comune, scelta sbagliata.continua a leggere

Il Comune di Piacenza ha una nuova app per le segnalazioni Covid-19. Io penso che Il senso civico va costruito con fatica e costanza. Non accantonato all’insegna del “tutti contro tutti”.continua a leggere

Bando verde pubblico e quote disabili: come non rispondere a semplici domande in Consiglio comunale e veder scoppiare la bomba il giorno dopo causa TAR.continua a leggere

La magistratura condanna il Comune per un appalto illegittimo. I consiglieri chiedono trasparenza e in tutta risposta arriva un laconico whatsapp, senza spiegazioni, per comunicare che lunedì prossimo non ci sarà Consiglio comunale. Ma guarda un po’…continua a leggere

L’amministrazione ha consentito VOLONTARIAMENTE o comunque COLPOSAMENTE, tramite una modifica illegittima del bando di gara, che il raggruppamento conseguisse un appalto per cui non possedeva, nella sua composizione definitiva, un requisito essenziale di partecipazione. Serve altro?continua a leggere

La ‘Ndrangheta a Piacenza, seduta sulla poltrona di Presidente del Consiglio comunale, ci impone una presa di coscienza immediata, seria, definitiva. Bisogna aggiustare uno squarcio che ha tramortito la città e ripartire perché nulla sia più come prima.continua a leggere

Leggo tanta propaganda sul nuovo regolamento delle case popolari. La realtà è ben diversa da come è descritta dai partiti di governo della città e dall’assessore di riferimento. Col tempo i piacentini si accorgeranno di tutte le bucce di banana presenti tra i vari articoli. continua a leggere

Causa la disgraziata non gestione del verde pubblico ormai in città è più comodo girare con le liane che con i mezzi pubblici. Le colpe cadranno sugli uffici e nessun politico avrà il buon senso di dimettersi.continua a leggere

Belleville chiude. Era tutto deciso dall’inizio, prima cambiandogli nome e tagliando il contributo e ora completando l’opera. Ovvio che questa giunta a trazione leghista non possa permettersi di avere centri troppo “colorati”. continua a leggere