Che melma!

Tutti bisbigliano, nessuno lo scrive, Foti lo dice. Gogna (e fogna) mediatica sull’ex amministrazione che qualifica solo chi la agisce. Mi sono chiesto se vale la pena impegnarsi tanto a rischio di rimetterci anche la tua credibilità personale, con quel che ne deriva pure a chi ti sta vicino. La scelta umana è tutta nell’immutata voglia di portare un granello di mio contributo  personale affinché questa politica becera vada in soffitta. L’esempio è importante e mollare il colpo sarebbe come dirsi sconfitti.

Parole d’onore

Auguro a consiglieri, assessori e Sindaco, con un pensiero speciale a chi entra per la prima volta in quest’aula, di sentire in ogni momento il privilegio del ruolo che siamo chiamati a interpretare e di tradurlo in un lavoro fecondo al servizio di Piacenza: leale, instancabile, di alto profilo e degno delle aspettative che la città ripone in noi tutti.

Quattrocentodiciassette

“E’ il democratico Stefano Cugini il candidato consigliere comunale ad aver ottenuto il maggio numero di preferenze: 417, unico a superare la soglia dei 400 voti personali”. Grande soddisfazione personale e un grazie enorme da rivolgere a chi mi ha sostenuto. Questi voti sono frutto di un mandato interpretato mettendoci la faccia, prendendo anche posizioni scomode in difesa dei miei concittadini. La politica però è collettivo: i traguardi del singolo se non sono al servizio di tutti, servono a poco.