dispacci resistentiopen consiglio

Giù la maschera!

Davvero non capisco perché Luca Zandonella tutte le volte che deve parlare del suo lavoro premette che parte da 15 anni di nulla di fatto di chi lo ha preceduto. Se non pestasse i calli ogni volta, non è che me ne starei ad aspettare un suo comunicato per rispondere.

Dato però che ha un gusto tutto suo a screditare lavoro, impegno e professionalità degli altri, non posso esimermi dal fargli notare le sue stesse contraddizioni.

Sta francamente diventando stucchevole il nostro assessore, oltre a dimostrare poco stile e il bisogno di avere sempre un nemico che serva da scusa preventiva.

Smettesse di avere l’ossessione della sinistra e cominciasse a fare, invece che a dire.

Oggi, per non farsi travolgere dalle polemiche di un quartiere Roma di nuovo sotto i riflettori dell’ordine pubblico, se ne è uscito con un comunicato in cui annuncia una pattuglia fissa di polizia locale da domani, 3 novembre.

Bene, significa che dopo aver distrutto, ricomincia a costruire, ripristinando quello che aveva ereditato dalla scorsa amministrazione e lasciato smontare dal comandante Vergante per le sue celebri “scorpionate“.

Non solo è un dejavù, ma un autentico autogol. Il nostro assessore si è fatto la spia da solo e, dopo averlo fatto intuire a denti stretti pochi giorni fa rispondendo a una mia interrogazione, con la nota stampa odierna è lui stesso a far intendere che fino adesso la zona diversamente da quanto ha sempre sostenuto non è stata coperta da pattuglie fisse.

D’altro canto, se così fosse non si spiegherebbe l’annuncio di oggi.

Tutto molto curioso, perché il 22 luglio scorso, durante una delle prime comparsate teleriprese ai giardini, ai giornalisti aveva dato informazioni diverse (ascolta l’audio)…

Speriamo di poter dire “buona la seconda”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *