in evidenzamemorie resistentipartecipazionepolitica

POLITICA: parlare ai giovani per ricordargli che sono il futuro.

Pubblicato il
La politica non si salva con le frasi a effetto, ma con il cuore e la passione di chi sente il privilegio, nei diversi ruoli, di rappresentare una comunità intera. Con la disponibilità di chi coglie il dovere di creare condizioni e occasioni per gli adulti del futuro. Con serietà, piedi per terra e coscienza di cosa vuol dire essere “cittadino”. Chi ama la politica cerca le persone, non le categorie. Chi ama la politica, prova a unire.- Stefano Cugini

Ieri ho avuto l’onore e l’opportunità di stare per un paio d’ore con alcuni studenti dell’Università Cattolica di Piacenza, a condividere con loro un progetto di cui vado molto fiero e che a breve conto di presentare. In chiusura ho chiesto qualche secondo per un mio appello personale:

Occupatevi di politica ragazzi. Siete il futuro, la storia ci insegna cose e la cronaca ce le mostra. Fate politica o la politica si farà voi. Che voi siate militanti o semplici spettatori, siate informati, critici, consapevoli. Se leggete qualcosa, ponetevi domande scomode, scavate a fondo. Se un politico vi parla, fategli domande scomode, mettetelo in difficoltà. Avete l’onere di cambiare il mondo, diventando capo di stato o insegnando al prossimo il valore di un semplice grazie. Oggi é un’impresa, ma può essere la sfida più bella di una vita intera.

Così ho detto loro, e mi sono sentito benissimo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *