nuovi cittadini

PROFUGHI. Lo Sprar, ovvero il fratello furbo del sistema di accoglienza.

Pubblicato il
Noi dobbiamo essere quelli che girano tra la gente, tendono le mani, lanciano messaggi, mostrano volti, propongono esempi. Partigiani dell’azione civile in un mondo con poca memoria, che prova ostinato a ripetere errori passati. ‪”Mai piú‬” o si costruisce giorno per giorno, o resta uno slogan che sa di muffa e ipocrisia.- Stefano Cugini

Abituiamoci a parlare di contratto. Si riceve e si dà. I vincoli sono reciproci. Non è, e non deve essere, aiuto fine a se stesso.

[CONTACT_FORM_TO_EMAIL]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *