Doveva essere un concorso, sarà ricorso a graduatorie di altri comuni. Tagliati fuori i piacentini, che convinti da uno slogan, ora assisteranno a gente di altre province che arriva a Piacenza a firmare un’assunzione che avrebbe potuto essere loro.continua a leggere