partecipazione, risultati
FATTO! Consulenza legale al Centro per le famiglie di Porta Galera
Qui si convien lasciare ogne sospetto; ogne viltà convien che qui sia morta.- Dante Alighieri, Inferno, canto III

centro famiglie pcIl Centro per le famiglie é il classico servizio intangibile. Ormai é scontato che ci sia e che funzioni.

Così non é: punti di riferimento si diventa e ci si mantiene per il grande lavoro che tutti i giorni persone serie mettono in campo.

Niente é dato una volta per tutte. Altrove i centri chiudono. Noi abbiamo raddoppiato.

La consulenza legale gratuita é il più recente dei servizi attivati, altro motivo di soddisfazione e orgoglio. Grazie alla disponibilità volontaria di professioniste come Michaela e Vanessa.

La consulenza legale potrà riguardare questioni, anche di carattere penale per tutti quegli eventi che hanno una ricaduta sulla vita familiare, specialmente in presenza di figli minori:

  • separazioni,
  • divorzi,
  • richieste di affidamento e di mantenimento,
  • tutele,
  • amministrazioni di sostegno,
  • ricongiungimenti familiari,
  • richieste di cittadinanza.
  • maltrattamenti in famiglia,
  • violenza intrafamigliare,
  • stalking,
  • mancata corresponsione degli assegni di mantenimento,
  • infortuni sul lavoro,
  • guide in stato di ebbrezza con sospensione della patente.

[CONTACT_FORM_TO_EMAIL]

curiosità, partecipazione, risultati
SPAZIO GIOCHI. Lo sai che a Piacenza abbiamo inaugurato un nuovo servizio dai 3 ai 6 anni?
Amministro come so fare il volontario. Non prometto agli altri meraviglie ma lavoro con gli altri per un mondo migliore. Tutti i giorni. Con l’ottimismo ignorante di chi lo crede possibile se fatto insieme. Avete mai visto un volontario fare promesse? Il volontario coglie un bisogno, si attiva per risolverlo, cerca chi lo può aiutare. Ai proclami preferisco la fatica.- Stefano Cugini

spazio giochi libertàL’ho definito un’iniziativa tipicamente emiliano-romagnola.

Uno di quei servizi stra-ordinari che non ha ordinato il dottore, che in tempo di crisi “ma davvero c’è n’è bisogno?

Ci abbiamo creduto, invece di arretrare abbiamo raddoppiato, aumentando la fascia di età e dando ancora più occasioni ai bambini per stare insieme e ai genitori di socializzare.

Anche così si consolidano i legami che danno struttura a una comunità. Si condivide, ci si conosce, si diventa amici prendendosi cura di un luogo che è di tutti.

D’altronde, anche il progetto di #poloinfanzia bilingue ha chiarito il nostro interesse alla continuità pedagogica 0-6 anni.

Orgoglioso di questo altro nastro tagliato.

 

 

[CONTACT_FORM_TO_EMAIL]