Ok al piano di riordino sanitario

Approvato il piano di riordino della rete ospedaliera. Abbiamo scelto il futuro della nostra sanità. A costo di essere impopolare rivendico il valore della rappresentanza e il compito di chi amministra di tutelare gli interessi dei cittadini, che non sempre coincidono con opinioni ingenue che i politici usano come alibi quando non sanno prendere da soli le decisioni per cui sono stati eletti.

SALUTE: lungodegenze, finalmente una prospettiva.

Lungodegenze, sarà la volta buona? Nell’ultima seduta della CTSS (Conferenza territoriale sociale e sanitaria) il Direttore generale dell’Asl, Luca Baldino, si è scagliato contro le cliniche private convenzionate della città che, a suo dire, sono fuori standard. Ora basta! Da troppo tempo riceviamo continue lamentele sulla qualità delle strutture delle leggi di più

SANITÀ: c’è chi fa politica sulla salute delle persone.

Non approvare il bilancio preventivo dell’Ausl non si può giustificare come “un modo per farsi sentire“. Siamo all‘irresponsabilità istituzionale, al voler giocare una partita politica sulla pelle dei cittadini, decidendo di mischiarla con pratiche amministrative importantissime. Questi signori della destra, in trance da campagna elettorale, mentre provano a farsi passare leggi di più

SANITÀ: il centro destra vuol chiudere i nostri ospedali

C’è una politica che voleva svuotare l’Asp e ora vuole chiudere i nostri ospedali. #‎sociale‬ e ‪#‎sanità‬ andrebbero esclusi dal mediocre dibattito della politica settaria. Meriterebbero un posto fisso nella costante e oggettiva trasmissione di contenuti. Visto che non é possibile, é giusto far sapere chi vuole cosa, perché e leggi di più

SANITÀ. Sulla SLA la politica è chiamata a dar voce a chi non l’ha.

Bene per i malati di SLA il ripristino dell’esenzione. Ma se non vogliamo essere ipocriti e promotori di disuguaglianze, laddove invece sull’equità è basata buona parte di #futuroinsalute, allora dobbiamo estendere questi benefici a tutti i portatori di gravissime disabilità. Questo ho detto oggi in Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, leggi di più

CASE POPOLARI. Lo sai che senza Piacenza, col cucù che arrivavano i soldi dalla Regione?

Nuovi interventi per 1.700.000€, di cui 1.230.000€ in città! Grande passo avanti in tema di edilizia popolare e contrasto all’emergenza abitativa. Il Tavolo provinciale di concertazione delle politiche abitative servirà a coordinare gli interventi, a portare risorse sul territorio e a varare nuovi progetti. Primo fra tutti il rilancio, ormai prossimo, leggi di più