Quattrocentodiciassette

“E’ il democratico Stefano Cugini il candidato consigliere comunale ad aver ottenuto il maggio numero di preferenze: 417, unico a superare la soglia dei 400 voti personali”. Grande soddisfazione personale e un grazie enorme da rivolgere a chi mi ha sostenuto. Questi voti sono frutto di un mandato interpretato mettendoci la faccia, prendendo anche posizioni scomode in difesa dei miei concittadini. La politica però è collettivo: i traguardi del singolo se non sono al servizio di tutti, servono a poco.

Ombre di destra sul welfare

Da destra la linea è quella, netta, dello smantellamento della presenza pubblica nel welfare. Una direzione opposta al sistema emiliano romagnolo che ha reso il nostro impianto sociale e sanitario un modello a livello mondiale. La conferma della differenza tra chi “parte dalle lacrime” degli ultimi, di chi è più in difficoltà e chi invece è interessato solo a offrire servizi a quelli che se li possono permettere, perché per qualcuno…business is business!

Scrivi Cugini!

Dopo 5 anni in Consiglio comunale posso dire con orgoglio che la politica non mi ha cambiato e che ho mantenuto i valori con cui mi sono approcciato a questa sfida. Non ho tradito la fiducia di chi mi ha votato allora. Per questo ci riprovo oggi, con ancora più entusiasmo.