Assumiamoci la responsabilità di metterci al servizio di una storia da salvare, di un centro-sinistra moderno, con un’identità finalmente chiara e riconoscibile. Il Partito Democratico di Piacenza o torna della gente, con autentico spirito di servizio e comunanza di intenti, o non ha ragione di essere.continua a leggere

“E’ il democratico Stefano Cugini il candidato consigliere comunale ad aver ottenuto il maggio numero di preferenze: 417, unico a superare la soglia dei 400 voti personali”. Grande soddisfazione personale e un grazie enorme da rivolgere a chi mi ha sostenuto. Questi voti sono frutto di un mandato interpretato mettendoci la faccia, prendendo anche posizioni scomode in difesa dei miei concittadini. La politica però è collettivo: i traguardi del singolo se non sono al servizio di tutti, servono a poco.continua a leggere

Da destra la linea è quella, netta, dello smantellamento della presenza pubblica nel welfare. Una direzione opposta al sistema emiliano romagnolo che ha reso il nostro impianto sociale e sanitario un modello a livello mondiale. La conferma della differenza tra chi “parte dalle lacrime” degli ultimi, di chi è più in difficoltà e chi invece è interessato solo a offrire servizi a quelli che se li possono permettere, perché per qualcuno…business is business!continua a leggere

Dopo 5 anni in Consiglio comunale posso dire con orgoglio che la politica non mi ha cambiato e che ho mantenuto i valori con cui mi sono approcciato a questa sfida. Non ho tradito la fiducia di chi mi ha votato allora. Per questo ci riprovo oggi, con ancora più entusiasmo.continua a leggere

Come un disco rotto ripeto da anni che per me la sicurezza poggia su alcuni presupposti che oggi sembrano utopia ma che, altrettanto, nessuna ronda o militarizzazione spinta dei quartieri potranno mai sostituire in efficacia e persistenza. Mi riferisco a parole démodé quali relazioni, rispetto, conoscenza, fiducia, giustizia.continua a leggere

Dopo la Lega Nord di Piacenza che sostiene il modello di accoglienza profughi che ha portato a mafia capitale, nel mentre di una destra piacentina che lavora per chiudere i nostri ospedali, ecco Giorgia Meloni che vuole mettere Rom e Sinti nelle case popolari. Non c’è trucco e non c’ècontinua a leggere

Riprendo pari pari la premessa di un mio precedente post per un altro consiglio non richiesto (ma dato di cuore) a te, che a giugno voterai per il nuovo Sindaco di Piacenza: occhio ai programmi farlocchi! Amministrare una città, provincia, regione o stato che sia, é un onore. Meritarsi questocontinua a leggere