Se non sono in grado di governare, vadano a casa, almeno per dignità politica. Quella che stiamo vivendo è una delle pagine più buie della storia politica recente. Così tuonava nel 2014 l’allora minoranza, oggi alla guida di Piacenza, non immaginando che sarebbe riuscita a far peggio.continua a leggere

A casa, assessore! Non possiamo astenerci dal chiedere un passo indietro. “Più ti impegni, più concludi”, dice il Sindaco. Peccato che per ora sia solo una dichiarazione d’intenti, costantemente smentita dalla realtà dei fatti. In poche ore due episodi che dimostrano incoerenza tra il dire e il fare.continua a leggere

Il locale Boat aperto sul lungo Po è un’idea non originale (vedi Molo 11) ma accattivante. Peccato che pare essere nato su presupposti di rispetto delle regole quanto meno molto dubbi. Tra gli uffici comunali regna l’imbarazzo, la Giunta se ne lava le mani, l’assessore dice che “non sapeva”, noi indaghiamo. Nel mentre il gestore incassa…continua a leggere

Bene voler far rispettare le regole, ma bisogna prendere atto che una volta titolare dell’obbligo di amministrare, i cavilli legali smettono di essere trascurabili dettagli, per diventare paletti con cui far conto senza sosta. continua a leggere