Ci sono questioni tecniche e politiche dietro al nostro voto sulla surroga di Paolo Rizzi. Niente di personale contro Gianluca Bariola, ma un messaggio chiaro a chi si ostina a non capire che il partito così come molti lo hanno inteso è morto.continua a leggere