La speranza è l’ultima a morire ma il PD ora è all’ultimo giro di boa. Congresso in arrivo e zero possibilità di sbagliare ancora, anche se purtroppo, a metodo, ancora non ci siamo.continua a leggere

Dopo le (auto)critiche, arriva il momento delle proposte. Ma dal gruppo dirigente del Partito Democratico, per ora nulla. Io intanto dico la mia…continua a leggere

Leviamoci le fette di salame dagli occhi. Se la smettessimo per un attimo di schiumare rabbia contro un Matteo Salvini qualsiasi, vedremmo che siamo perdenti perché ci manca una visione di società, di mondo, di umanità, una proposta strutturata e di prospettiva.continua a leggere

I momenti eccezionali richiedono risposte eccezionali e il coraggio di mettersi in gioco senza reti di protezione. Come pensare a un unico gruppo consigliare in rappresentanze delle forze riformiste di sinistra…continua a leggere

Il primo 10% del tempo è passato: bilancio critico del governo della DIS-GIUNTA Barbieri, una squadra dissociata tra le linee politiche promesse e i (pochi) fatti concreti. Evidente per ora un Sindaco molto impegnato a ostentare una sicurezza di facciata, in continua tensione per far combaciare tessere di un puzzle assai complicato, laddove l’agire di gran parte dei suoi assessori e consiglieri, a voler essere magnanimi, può dirsi estemporaneo e contraddittorio.continua a leggere

Assumiamoci la responsabilità di metterci al servizio di una storia da salvare, di un centro-sinistra moderno, con un’identità finalmente chiara e riconoscibile. Il Partito Democratico di Piacenza o torna della gente, con autentico spirito di servizio e comunanza di intenti, o non ha ragione di essere.continua a leggere

Sono amministratore di tutti i cittadini, ma faccio politica nel PD. Il mio partito ieri mi ha confermato che non teme di scommettere sui luoghi fisici, che non cerca alibi, che vuole stare in mezzo alla gente. “Soggetti” si diventa vivendo gli “spazi”, accorciando le distanze, traducendo idee complesse incontinua a leggere

Spettacolo indegno ieri in Consiglo comunale (purtroppo non è il primo). All’ordine del giorno l’istituzione del Registro delle Unioni civili. Tema controverso, ideologicamente polarizzante, inutile perdita di tempo per alcuni, cogente necessità per altri. Che la destra avrebbe alzato le barricate era prevedibile. La veemenza che ha scelto come strategiacontinua a leggere

Servono visioni alternative basate sulla legittimazione reciproca, in grado di contrapporsi senza farsi la guerra ma indisponibili a patti di non belligeranza poco nobili. Moderate il giusto per sostenere la propria linea solo in virtù della sua forza intrinseca, pronti ad arricchirla mediando con gli altri punti di vista.continua a leggere

Al termine di una serie di incontri coordinati dal gruppo welfare, che hanno visto la partecipazione di più o meno tutti i c.d. stakeholders, come Partito Democratico di Piacenza abbiamo prodotto il documento che segue e che compendia la nostra posizione. Mi sono occupato di scriverlo e penso che ilcontinua a leggere