C’è una strisciante recrudescenza di fascismo in giro, che prova a giocare la carta della normale libertà d’espressione, verso cui le istituzioni hanno il dovere costituzionale di opporsi. continua a leggere

Se non sono in grado di governare, vadano a casa, almeno per dignità politica. Quella che stiamo vivendo è una delle pagine più buie della storia politica recente. Così tuonava nel 2014 l’allora minoranza, oggi alla guida di Piacenza, non immaginando che sarebbe riuscita a far peggio.continua a leggere

A casa, assessore! Non possiamo astenerci dal chiedere un passo indietro. “Più ti impegni, più concludi”, dice il Sindaco. Peccato che per ora sia solo una dichiarazione d’intenti, costantemente smentita dalla realtà dei fatti. In poche ore due episodi che dimostrano incoerenza tra il dire e il fare.continua a leggere

Bon, pure il Sindaco va di fake news. Memoria corta o interessata dimenticanza? Parla di Quartiere Roma abbandonato, quando a smentirla c’è una montagna di iniziative su tutti i fronti.continua a leggere

Sul nuovo ospedale, in risposta a un editoriale di Giangiacomo Schiavi, il Sindaco Barbieri entra in competizione con Alexandre Dumas e gioca di fantasia per ricostruire un percorso vero solo nei suoi pensieri.continua a leggere

Il primo 10% del tempo è passato: bilancio critico del governo della DIS-GIUNTA Barbieri, una squadra dissociata tra le linee politiche promesse e i (pochi) fatti concreti. Evidente per ora un Sindaco molto impegnato a ostentare una sicurezza di facciata, in continua tensione per far combaciare tessere di un puzzle assai complicato, laddove l’agire di gran parte dei suoi assessori e consiglieri, a voler essere magnanimi, può dirsi estemporaneo e contraddittorio.continua a leggere

Ora che tocca a loro governare, da destra ci propinano ordinaria amministrazione ma zero prospettive, come chi ha già scelto di galleggiare. Ho ricordato al Sindaco che hanno vinto con merito perché sono stati bravissimi a coalizzarsi e a toccare le corde giuste: ma hanno impostato tutto sulla sconfitta di un nemico, senza preoccuparsi di pianificare una visione alternativa degna di questo nome.continua a leggere

Annunciare la fine della “stagione del dialogo”, quando è proprio su questi presupposti che il Sindaco ha impostato il suo discorso d’insediamento equivale a smentirlo anche a parole, dopo averlo fatto nei comportamenti. Grande segno di debolezza la nota stampa dei capigruppo di destra, che dimostra nervosismo diffuso.continua a leggere

Chi vince piglia tutto. Ogni regola non scritta é stata accantonata. Peccato, perché durante il Consiglio comunale d’esordio il Sindaco Barbieri ha predicato collaborazione in modo convinto, salvo essere smentita alla prima occasione dai suoi che hanno razzolato davvero male. continua a leggere

Da oggi Patrizia Barbieri è il mio Sindaco. Viva Patrizia Barbieri. L’opposizione seria, puntuale e senza sconti che farò in Consiglio comunale non è per nulla incompatibile con il tifo sincero che faccio in questo momento per la mia città e per il buon senso di chi ne terrà le redini nel futuro prossimo.continua a leggere