partecipazione
EMPORIO SOLIDALE, primo sopralluogo alla nuova area
Un politico può promettere. Un amministratore deve dimostrare.- Stefano Cugini

emporio solidaleil grosso é fatto, da adesso la strada é tutta in salita” é una battuta che non nasconde preoccupazione, ma al contrario la tenacia di chi crede in un’idea e prova entusiasmo a persistere per vederla realizzata.

C’era l’emozione da primo giorno di scuola. Dal sopralluogo l’ennesima conferma: stiamo preparando per ‪#‎Piacenza‬ una straordinaria occasione per esaltare l’animo solidale che dimostra in ogni momento.

Nessun “nodo” gestione, solo tanta voglia di cominciare.

market etico

 

 

 

 

[CONTACT_FORM_TO_EMAIL id=”1″]

partecipazione, risultati
FATTO! Nasce a Piacenza l’emporio solidale

Oggi è un piccolo passo per le istituzioni, ma un grande passo per la comunità piacentina!

emporio solidaleGiorno di risultati, di nodi che vengono al pettine, di concretezza. E, insieme, giorno di nuovi inizi. L’emporio solidale, a cui ancora dobbiamo trovare un nome, è il centro intorno al quale ruota tutto il progetto di distretto etico.

L’emporio si collocava al punto 2 del “decalogo” di progetti presentato a Gennaio 2015 all’allora neo presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Massimo Toscani. Un vero e proprio “patto territoriale”, dal titolo: Proposta per il coinvolgimento della Fondazione di Piacenza e Vigevano nella programmazione del sistema locale di welfare.

Liberta.it
Liberta.it

Stamattina in Fondazione ho lasciato il posto al tavolo delle autorità a Leonardo, un bambino della scuola Calvino, rappresentante del Consiglio comunale dei ragazzi, che da mesi ha sposato l’idea.

Sarà poco scientifico, ma se questa pensata dei grandi tutti assieme piace ai cittadini di domani, io dico che la strada è giusta!

Grazie a chi si è impegnato finora, ma soprattutto grazie a tutti quelli, enti, associazioni e privati cittadini, che vorranno diventare protagonisti con noi di questa bellissima avventura.

Guarda i video:

partecipazione
EMPORIO SOLIDALE. Ormai ci siamo…
Amministro come so fare il volontario. Non prometto agli altri meraviglie ma lavoro con gli altri per un mondo migliore. Tutti i giorni. Con l’ottimismo ignorante di chi lo crede possibile se fatto insieme. Avete mai visto un volontario fare promesse? Il volontario coglie un bisogno, si attiva per risolverlo, cerca chi lo può aiutare. Ai proclami preferisco la fatica.- Stefano Cugini

#‎emporio‬ solidale, ‪#‎socialmarket, distretto etico: tanti nomi per il più grande progetto di comunità rivolto ai nuovi poveri e a chi vive fragilità temporanee.

Tutti insieme, per dare risposte più rapide, più dignitose, più efficaci. Giorno dopo giorno, ha preso forma questo frutto della fatica. E ora comincia la soddisfazione.

emporio solidale_infografica

 

[CONTACT_FORM_TO_EMAIL]