VIOLENZA DI GENERE. Tavolo della tratta
Noi dobbiamo essere quelli che girano tra la gente, tendono le mani, lanciano messaggi, mostrano volti, propongono esempi. Partigiani dell’azione civile in un mondo con poca memoria, che prova ostinato a ripetere errori passati. ‪”Mai piú‬” o si costruisce giorno per giorno, o resta uno slogan che sa di muffa e ipocrisia.- Stefano Cugini

trattaRiunito il tavolo della tratta con Carabinieri, Squadra mobile, Ufficio immigrazione delle Questura, Prefettura, Guardia di Finanza, Polizia municipale.

Prostituzione, sfruttamento lavorativo, violenze domestiche.

Temi di grandissima attualità, sui quali non si può e non si deve abbassare la guardia. Per prima cosa, sull’esempio del CLEPA (area carcere), aumenteremo la periodicità degli incontri.

Occorre vedersi più spesso e interfacciare le diverse competenze. Secondo: ritengo sia arrivato il momento di ridare un occhio al regolamento, laddove richiama la vecchia ordinanza antiprostituzione.

 

[CONTACT_FORM_TO_EMAIL]