Giornata di interrogazioni. Due, entrambe del centro-destra, tutte sull’accoglienza profughi gestite dalla nostra ASP: una della Lega, presentata col solito piglio da Massimo Polledri, l’altra di Forza Italia, affidata a un’imbarazzata Maria Lucia Girometta. Ma andiamo con ordine: Massimo Polledri, riferendosi al protocollo firmato tra ASP, Comune, Questura e Prefettura percontinua a leggere

Abbiamo mantenuto tutti gli impegni e intrapreso un percorso di sviluppo bello e importante. Con la relazione presentata in Consiglio comunale abbiamo dimostrato che il Bilancio consuntivo 2015 è addirittura migliore rispetto al preventivato. La perdita della gestione nel 2015 è stata infatti di € 898.903, dato che migliora di 438.166 €continua a leggere

In #‎asp‬, arrivano i ‪#‎piccolimondi‬. Stamattina inauguriamo il nuovo bar interno alla ‪#‎cra‬‪ #‎vittorioemanuele‬. Un progetto pilota per ‪#‎piacenza‬, che dà protagonismo a persone ‪#‎disabili‬. Un vero percorso di vita, con l’inserimento lavorativo perno per consolidare la propria identità, rafforzare l’autostima, sviluppare autonomia personale, indipendenza, inclusione sociale. Un bar, quindi, che non è solo un bar,continua a leggere

È un piano di sviluppo politico e amministrativo, che prevede riduzione del disavanzo per 810.000€ in 3 anni. L’unanime, trasversale apprezzamento della Commissione, dopo mesi di tensioni, dimostra che l’impegno e la trasparenza lasciano il segno. Un anno fa avevo dichiarato: “urge cambiare rotta, servono scelte coraggiose”. L’ho fatto interpretandocontinua a leggere

Se la politica non portasse sensibilità diverse su un tema così importante, sarei preoccupato. Significherebbe scarso interesse o scarsa comprensione. Il dibattito è a tutela dei cittadini, perché certi passi è meglio farli insieme. Peccato che la politica, a Piacenza, sul caso ASP abbia mostrato il peggio di se: interessi di parte, tentati regolamenti di conti interni, occasione percontinua a leggere

Andrea Pollastri (FI) si stupisce della risposta dell’assessore regionale alla sanità Carlo Lusenti a una sua interrogazione sulle difficili situazioni finanziarie in cui versano le Asp. Scoprendo che la legge di riordino delle prestazioni socio-sanitarie consente agli enti margini di manovra nell’individuare forme alternative di gestione «comprovate da specifiche valutazionicontinua a leggere